Acqua dellElba

In estate, ho avuto la fortuna di andare all’Isola d’Elba.

I gestori dell’albergo, in cui ho alloggiato, hanno una sensibilità particolare per l’ambiente: all’entrata, c’è una tabella in cui si enunciano i tempi di smaltimento dei vari materiali buttati in mare. Per coloro che ancora non usano MERCI ALLA SPINA, vorrei ricordare che un contenitore di plastica impiega 100 ANNI a degradarsi nell’acqua marina(!) E gli altri rifiuti non sono da meno. Un’altra iniziativa importantissima per i ristoranti è l’impiego di bottiglie d’acqua in vetro CON VUOTO A RENDERE al fornitore, invece delle imperanti bottiglie di plastica, in varie forme, che si trovano in quasi tutti i ristoranti/pizzerie d’Italia. E poi, un’ottima trovata, per gli ospiti dell’Albergo “Villa Ombrosa”: nella spiaggia privata è stato montato un DISPOSITIVO PER LA RICARICA DI TELEFONI E TABLET CON UN PANNELLO SOLARE. Per i clienti il costo è 0€ ed anche per l’ambiente!

Carica cell con pannello solare

L’Arcipelago Toscano è il Parco Acquatico più grande d’Europa: con le sue 7 isole principali; la maggior parte non raggiungibili dal turismo di massa, ma io consiglio tutte le famiglie di portare i bambini sia all’Elba sia all’Isola del Giglio. Nonostante il costo dei traghetti, non proprio popolare, ed il tenore di vita UN PO’ CARUCCIO per le famiglie, ne vale la pena perché sono 2 paradisi. E la gente dovrebbe, come sempre, combattere per i suoi diritti e far valere la possibilità di vivere una vacanza culturale/naturale ovunque.

Villa dei Mulini

L’arcipelago è luogo di vita di cetacei ed ogni specie marina, per strada ci sono varie legende che mostrano diversi tipi di balene. Oltre alla splendida natura DA PRESERVARE, l’isola è piena di bastioni, fortezze e residenze storiche che ricordano l’occupazione di vari regni. La Villa dei Mulini, ad esempio, è stata la dimora di Napoleone Bonaparte nel 1814. Essa si trova a Portoferraio e fu costruita, più piccola, dai Medici nel 1700. L’esiliato Bonaparte la fece ampliare pensando di essere raggiunto dall’Imperatrice e dal loro figlio.

Nella villa-museo adesso vediamo vari arredi (anche la biblioteca personale di Napoleone); ma alcuni mobili ed oggetti originali mancano, a causa dei vari accaparratori anche celebri (come il Principe Demidoff). Le sale comunque sono belle e ordinato il giardino, ma nell’800 era più curato.

Portoferraio e traghetto

Per finire con la SENSIBILITA’ AMBIENTALE, ricordo l’uso delle PILE RICARICABILI e dei PANNOLINI IN PANNO, lavabili per bambini.

Questi oggetti sono MOLTO PIU’ ECONOMICI E CI AIUTANO A SALVARE UN PIANETA già troppo minacciato (chiamate il mio telefono se volete altre INFO: 333/3064821).

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI