Poesia tratta dalla raccolta "La macchina della verità" di Helena Gray

Anche se non ci sei
voglio parlare di te.
In realtà ci sei
ma pare che tu sia scappato come un’ombra..
Luce di baci al mattino, nei miei sogni.
Sorrisi bellissimi e furtivi.
Occhi chiari.. e trasparenti.
Sensualità sussurrata e prepotente.
Scivolavi silenzioso
accanto a me: non riuscivo ad avvertirti.
Mi scrutavi,
mi tenevi d’occhio
Non mi conoscevi.
Ti pensavo
ogni tanto, mio malgrado,
e ti vedevo uscire dai pensieri
per abbracciarmi.
Ti sognavo combattuto
mentre volevi avermi,
ma non eri sicuro..
…un peccato.
Paura di volare?

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI

  • "Invictus" su Mandela

    15 Dicembre 2013
    Avete visto “L’invincibile”? Film americano del 2009, diretto da Clint Eastwood (regista molto migli...