Ho conosciuto Maria circa 15 anni fa, al Santuario della Madonna delle Grazie al  Sasso (in provincia di Firenze).
Allora era una sessantenne, battagliera e un po’ eccentrica.
Siamo diventate amiche quando feci il mio documentario.
Ero una neofita ventenne, un po’ ingenua, ma l’amore per l’arte ci fece diventare complici: lei dipingeva e faceva delle bellissime foto (i paesaggi e i cieli che appaiono in questo sito li ha fotografati lei) ed io cominciavo ad incamminarmi nel sentiero delle arti visive…
La Puggioni era nata in Sardegna ( ad Iglesias in provincia di Cagliari).
Per 40 anni è stata custode del Santuario del Sasso ed ha accolto centinaia di pellegrini, assistendo i sacerdoti che si sono avvicendati in questo luogo (da Don José Arcangelo Maria Papi ai monaci della Comunità dei Figli di Dio).
Era stata una suora cappuccina, delle clarisse di Firenze.
Una volta mi confidò di aver scritto persino a Padre Pio da Pietrelcina, per avere dei consigli spirituali (pare che il santo ricevesse parecchie lettere di religiosi). Ed egli le disse delle cose molto utili sulla vita spirituale.
Maria era impulsiva, ma buona. A volte dicevano che non era miflessolto riva; ma era generosa e, come si vede dalle foto, molto sensibile.
Per il Santuario, sotto il quale abitava, erano passati vari personaggi: da Giorgio La Pira a Don Facibeni, dal Cardinale Elia Dalla Costa a  Don Divo Barsotti, e lei ne aveva conosciuti alcuni; ma era rimasta la cercatrice di funghi dalla spiritualità rude e sincera che teneva la chiesa in ordine e faceva, ogni anno, un bellissimo Presepe.
Negli ultimi tempi, però, non poteva più uscire di casa : camminava con due bastoni ed aveva problemi alle ossa e al cuore.
"E' morta in piedi"  ha detto al suo funerale Padre Silvano, della Comunità dei Figli di Dio, e suo grande amico. Pare che lei abbia detto: “Non so come la morte mi troverà, ma non ho paura di lei”.
 Aveva 84 anni ed uno spirito da ragazzina.
In una società in cui troppi 30-40enni si piangono addosso per la loro  , parlare con la Puggioni era un sollievo ed avrebbe potuto dare l’esempio a molti.
Ciao Maria!
 
 


Per salire al Santuario della Madonna del Sasso: da Firenze, prendere la strada per Fiesole e poi andare verso Caldine e Olmo, in seguito, proseguire verso S.Brigida, ma prima del paese troverete le frecce per il santuario ( o prendere l'Aretina verso Pontassieve fino a Sieci andando poi verso S.Brigida).
Il numero telefonico dei monaci è 055/8300013 mentre la loro e-mail è : Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Chi è online

Abbiamo 4 visitatori e nessun utente online

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI