Proprio ieri ho ascoltato “casualmente”(per chi crede nel “Caso”), una storia molto triste.
Una donna italiana, di mezza età , “normale” a vedersi e “insospettabile” nella sua sofferenza: mi raccontava come la sua salute fosse a pezzi.
Che sia in vita è un vero MIRACOLO.
All’inizio l’ho invitata a sfogarsi, la conosco da alcuni mesi;  pensavo che mi parlasse dei soliti problemi della maggior parte di noi…
…poi ho compreso che c’era di più…
So che del dolore, soprattutto altrui, bisognerebbe parlare con DISCREZIONE e spero di essere  delicata in questa ed altre situazioni della vita; ma io lavoro ad un sito internet…
…mi chiedo se non debba usarlo, quindi, per parlarvi di questa persona.
Penso che sia doveroso.
Rivelerò solo il suo nome di battesimo: Rita.
Per il resto sarò muta (circa la città toscana in cui si trova, il suo cognome,
la zona in cui vive ecc).

La cattedrale di S.Maria del fiore a Firenze


Mi faccio, infatti, UNICA INTERMEDIARIA dei soldi che intendo raccogliere, prima di Natale, per lei.
In un paese come il nostro, in cui si dice che esiste l’ASSISTENZA SANITARIA  per tutti, Rita ha grandi problemi economici (pur lavorando come bidella), per aver pagato costosissime cure.
Si deduce quindi che, con le liste ospedaliere “gonfiate”, e gli studi medici privati (spesso degli stessi dottori e dottoresse che dovrebbero curare in ospedale!) l’assistenza gratuita c’è, per chi sta bene!
E’ incredibile.
Ha una malattia rara : la fibromialgia cronica, che l’ha portata ad operarsi diverse volte alla testa, dalla quale può ancora uscire del liquido.
Soffre poi di asma cronica, diabete melito, problemi alla tiroide ed al cuore.
Quello che tento (anzi VOGLIO fare) prima di Natale, anzi prima possibile, è restituirle almeno il suo stipendio intero; e quindi pagarle i debiti bancari (non dirò nemmeno la banca amici).
Questa persona paga anche l’ affitto ed ha subìto atti vandalici contro l’utilitaria che usa per andare a lavoro!).
E’ sola senza figli: ha la compagnia di un piccolo yorkshire, e divide l’appartamento in cui sta con altre due inquiline.
Mentre parlavo con lei, mi è venuto d’istinto di dirle, di chiedere con UMILTA’: la gente, a volte, è meno indifferente di ciò che sembra.
In un mondo egoista, ABBIAMO PIU’ BISOGNO DI DARE CHE DI RICEVERE.
Ma lei, per telefono piuttosto angosciata, mi ha risposto che, anche se le pesa chiedere, lo ha fatto più volte senza ricevere. E nella sua vita ha dato…
Spesso ho sentito persone (compresa me), che mi hanno detto la stessa cosa: “ho creduto nel dare, ma al momento di ricevere, anche in situazioni molto gravi, non ho ricevuto…”.
E’un mondo difficile amici.
Vicino Natale (la ricorrenza della Nascita di Cristo), si fanno tante collette.
Noi italiani, a ragione, mandiamo i nostri soldi anche dall’altra parte del mondo.
Ciò è bellissimo, ma mi pare assurdo che spesso non ci accorgiamo del NOSTRO PROSSIMO…
Anche io, come tanti, ho fatto volontariato per le ONLUS, per la parrocchia, per “gli amici degli amici”.
E mi ha sempre fatto piacere.
Cerco, però, di dare soldi a chi mi fido (perché non sono privilegiata e, nella vita, ho fatto tutti i tipi di lavori…).
Però, se conosco una persona, do volentieri; ci credo.
Ciò mi ha sempre portato bene, me la sono sempre cavata grazie a Dio; credo che sia anche perché mi sforzo di essere altruista (spero di riuscirci…).
Purtroppo tocca a me raccogliere stavolta; ma a chi mi conosce dico: date e, quando avremo raccolto la cifra necessaria, ve lo comunicherò(sono migliaia di euro: vi farò sapere quanti con esattezza).
Potete anche scrivermi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..
Io non sono una Associazione benefica, non sono “buona”; ma vi assicuro che sono intenzionata a farcela: voglio estinguere questo debito prima possibile…grazie a tutti voi.
 

N.B. coloro che avranno donato anche solo 1 euro, potranno chiamarmi, per sapere come è andata  (magari fra qualche settimana perché la colletta è iniziata ora: 333/3064821).
CHI NON VUOLE CHIAMARE, MA SOLO DONARE QUALCHE EURO, PUO'FARE UN VERSAMENTO A ELENA GAGLIARDI: IBAN IT66M0842502801000030497259
CAUSALE: PER RITA 
O ANCHE L'IBAN POSTALE: IT30 Q076 0102 8000 0006 9084 341
 

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI

  • La regista Jane Campion

    07 Agosto 2010
    Il film che voglio segnalarvi è “In the cut” del 2003. L’ho visto alcuni giorni fa e devo dire che m...