Rifletto da qualche anno circa il super-lavoro al femminile, di cui si fa un gran parlare.

Anche in “tempo di crisi”, in cui il part-time permetterebbe a più persone di lavorare, pare che politici ed imprenditori non ci sentano da quell’orecchio e continuino a stabilire che, se si lavora, lo si deve fare full-time.

Eppure una donna con famiglia LAVORA ECCOME!

Dunque perché abolire il part-time nei settori pubblici (come ha fatto l’ex Ministro Brunetta, più o meno in sordina).

Questa cosa l’ho saputa da un’infermiera e non, come avrei dovuto leggere, dall’articolo di una giornalista!

Come anche l’innalzamento dell’età pensionabile: perché in Parlamento le molte donne presenti non hanno espresso il loro dissenso??!!

LE DONNE IN POLITICA (nelle quali credo fermamente) non devono  rappresentare, però, solo i loro interessi, ma anche quelli di tutte le donne della Nazione!

E, come si sa, fra famiglia propria (marito e figli)  famiglia di origine (genitori con scarsa salute e non solo) e lavoro fuori casa (che spesso dura anche più di 8 ore al giorno), le donne lavorano molto più degli altri. E la cosa più antipatica è che, c’è chi asserisce che il lavoro di casa “non è lavoro”.

Quindi non vi sembra che andare in pensione a massimo 60 anni (come le donne in Francia), sarebbe stato più civile e non a 65 anni come in Italia (perché comporta un risparmio sulla spesa pubblica?).

 

CHE NE PENSATE? Soprattutto le DONNE?

 

Negli anni, ho incontrato varie signore che dichiaravano che il part-time sarebbe stato l’orario di lavoro ideale, per conciliare lavoro e famiglia.

Ma ovviamente, questa scelta deve essere libera, come la scelta dell’età pensionabile.

Le donne che non fanno lavori usuranti potrebbero decidere di andare in pensione più tardi; anche se adesso, con la nuova legge che NESSUNO HA CONTESTATO, la possibilità di scegliere è impossibile.

 

In Italia , sembra che l’opinione femminile sia non richiesta; eppure, senza il nostro lavoro, questo paese sarebbe bloccato.

 

Di seguito inserirò i risultati di una inchiesta che ho intenzione di fare sull’argomento.

Chiederò il parere di tutti, a prescindere dal sesso, dall’età e dalla cultura con l’accento sul punto di vista femminile.

 

Vi saluta una donna che ama il lavoro fuori casa, ma che crede nella FAMIGLIA e nella presenza delle donne in essa.

Pare che, per aver chiesto il diritto di lavorare qualche anno fa, adesso non abbiamo più il diritto di stare con nostro marito e i nostri figli.

Qualcosa non torna...

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI

  • La voce di Malika Ayane

    25 Luglio 2010
    Ma chi è l’artista? Martedì sera sono stata al Teatro Romano di Fiesole (FI), ad ascoltare il concer...