La pakistana cristiana Asia Bibi è in carcere da 5 anni; in isolamento, senza finestre e in una cella stretta.E’ accusata di blasfemia contro l’Islam, che in Pakistan ha un’alta percentuale di seguaci. Ma lei non ha mai offeso l’Islam o Maometto.

E’ in carcere per l’odio ed l’ignoranza di alcune persone!

In verità, il Pakistan è uno dei paesi al mondo, in cui le persecuzioni religiose (di cristiani e non solo) sono un fenomeno sempre più preoccupante.

Pochi giorni fa, due giovani sono stati bruciati vivi, sempre con la solita accusa falsa.

Credo che il fanatismo religioso sia proprio della classe media in questo paese, delle persone colte, di non pochi capi religiosi.

Il paese della democratica Benazir Bhutto (assassinata con un complotto internazionale pochi anni fa), il paese del progresso e della “paura dell’altro”, il paese della religiosità e dell’avidità (non poche accuse di blasfemia sono dovute alla volontà di rubare gli averi, di chi viene mandato in carcere…).

Adesso Asia è fra la vita e la morte.

La sua famiglia: il marito Ashiq Masih, che le è sempre rimasto accanto, e 5 figli, sono distrutti dal processo di appello (tenutosi nello scorso ottobre).

La sentenza è di nuovo di condanna a morte, mentre gli iman in aula avevano pure il coraggio di urlare : “Uccidetela!!”.

No, credo che una vicenda come questa ci dica tutta la crisi culturale, e anche religiosa, di un paese come il Pakistan…

Asia e la sua famiglia ora aspettano “il perdono” del Presidente in persona, Mamnoon Hussain.

Un segnale importante è venuto anche dal patriarca ortodosso di Russia e Ucraina Kirill: ha pregato il presidente Hussain di graziare Asia per non compromettere i rapporti fra cristiani e musulmani di tutto il mondo.

Il sindaco di Parigi, Anne Hidalgo, si è invece offerta di dare asilo ad Asia e alla sua famiglia.

Speriamo che questa storia, di enorme inciviltà e violenza, si trasformi, anche ad opera del presidente pakistano, in un racconto edificante  di cooperazione internazionale.

 

file:///C:/Documents%20and%20Settings/utente/Desktop/ASIA%20BIBI-racconto-marito-aula-imama-leader-islamici-continuavano-a-gridare-blasfemi-uccidetela.htm#.VHYEREA0qdE

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI

  • La sposa (racconto)

    15 Gennaio 2009
    Lei:- E tu che farai? Lui:- Sarò lì Lei:- E se io scapperò, tu che farai? Lui:- Sarò lì. Lei:- E se...