C'era un malato, Lazzaro da Betània, il paese di Maria e sua sorella Marta. Maria era quella che aveva unto il Signore con profumo e gli aveva asciugato i piedi con i capelli; Lazzaro che era ammalato era suo fratello (Gv 11,1-2)


Uno dei personaggi sul quale è stata detta ogni falsità è Santa Maria Maddalena.
Questa donna  meravigliosa è uno dei più importanti personaggi del Vangelo, ma
è stata spesso male interpretata.
La Beata Anna Katharina Emmerick e soprattutto Maria Valtorta ci parlano della Maddalena in maniera particolareggiata.
E’ una delle sorelle di Lazzaro (un amico di Gesù);ma, al contrario di lui
e di Marta, ella ha una conversione più spettacolare.
E’un personaggio più vicino al "figliol prodigo" e la sua storia è davvero poetica.
Questa donna ha infatti grandi doni, non ultima l’intelligenza, ma decide di lasciare la casa dei genitori e di seguire la cultura pagana.
Figlia di proprietari terrieri ebrei, molto ricchi, Maria comincia a frequentare gli ambienti dei sadducei e dei ricchi mercanti; mentre l’influenza della religione greco-romana le rovina la mente.
Si narra che fosse bellissima, colta e progredita; ma, come sappiamo, le religioni pagane pervertono uomini e donne, trasformando soprattutto queste ultime in oggetti di piacere…
Maddalena non era una prostituta che faceva questo "mestiere"per vivere, visto che
era benestante; ma è anche vero che viveva una vita senza senso in cui le relazioni adulterine erano comuni.
La Valtorta descrive come, una volta, abbia avuto un’unione con un uomo sposato,
causando grande disperazione nella sua famiglia.
In un altro frangente, la si vede vestita con un abito provocante mentre, incoscientemente, segue Gesù Cristo che parla alle folle.
Ma questo prima della sua conversione…
Essa è stata una delle più mirabili di tutta la cristianità. E credo che il suo esempio
abbia portato innumerevoli conversioni simili alla sua ( a dispetto dei benpensanti).
Attraverso la Maddalena, Gesù parla al mondo degli inconvertibili, degli impenitenti più duri , delle "donne e uomini perduti".
Ciò che mi ha spinto a scrivere questo articolo è il vedere due opposte credenze, che mi
sembrano entrambe sbagliate: quella di credere che Maria Maddalena sia una santa di serie B (perciò si fa bene a non parlarne troppo) e quella che fa di lei un personaggio ambiguo.
La prima è di alcuni cattolici, religiosi e non, che affermano che non era neppure la sorella di Lazzaro (come se lui e Marta ci facessero brutta figura).
In questo modo, però,si nega la capacità redentrice di Gesù Cristo che, invece, può guarire tutti noi. E poi vi è una mancanza di onore per questa donna veramente santa.
E’ innegabilmente uno dei personaggi più commoventi delle Sacre Scritture; e non meno amata da Gesù come spiega Lui stesso: ” La persona a cui più si perdona amerà di più”.
La mancanza di amore verso la Maddalena, poi, ci costa anche l’averla persa…perché
ideologi non meglio identificati, da decenni, ne hanno fatto un loro "feticcio"!
E qui arrivo alla seconda credenza: quella che la rende oscura e quindi più dedita al
male che al bene.
Il non aver dato esatto riconoscimento a S.Maddalena ha portato alcuni < storici>
a studiarla  meglio dei nostri teologi, cosicché è stata fatta diventare qualcos’altro.
Per i demolitori del Cristianesimo, essa è addirittura un simbolo di ribellione, una
presunta nemica degli Apostoli ed Evangelisti (infatti dicono che abbia fatto cose che smentiscono il Vangelo).Ed ora questo simbolo è usato dalle sette come "alter ego" della Chiesa apostolica e avrebbe da narrare "un'altra verità".
Mentre la vera Maria riceveva dal Messia il compito di pregare per la Chiesa nascente,
in eremitaggio e penitenza, e diveniva l’Apostola dell’adorazione al Sangue di Gesù
(che lei vide); altri dicono che rimanesse una concubina e che fosse riuscita a corrompere Gesù stesso (dandogli una figlia).
Ma queste cose sono prive di fondamento storico; e Anna Katharina Emmerick, ma
soprattutto Maria Valtorta, ci danno altre nozioni su di lei.
S.Maddalena si consacrò totalmente a Gesù, ma in castità e cioè attraverso un’unione spirituale come altri santi.
Il santo può esser tale anche nel matrimonio, ma Maddalena consegnò al Cristo tutta la sua vita e divenne una delle più grandi eremite, viaggiando in varie zone dell’attuale Europa.
Ella viveva in caverne, offriva spiritualmente il Sangue del Salvatore per l’umanità e
veniva comunicata dagli Angeli.
Visse varie decine d’anni dopo la morte e resurrezione del Messia; e, mentre Marta
fondava una comunità di cristiane, a lei fu dato il compito di meditare ed espiare per
sé e gli altri.
Maria, che venne catechizzata anche dalla Madonna, fu la prima discepola a vedere
Gesù risorto.
Ebbe effettivamente vari privilegi.
 Nel Vangelo, il Messia la indica come persona di grande fede e le raccomanda di usare il suo carattere forte  per la causa di Dio.
Lei, che era stata così intrepida nella conoscenza del mondo e le sue falsità, diveniva così esempio di coraggio e spirito di sacrificio.
Don Divo Barsotti diceva che “Gesù è tutto in tutti”, quindi come Egli era completamente suo, lo è anche di ognuno di noi, apparendoci singolarmente e dando a ciascuno le sue risposte.
Della Maddalena, oltre alle menzioni del Vangelo, ci rimangono le testimonianze degli artisti che l’hanno rappresentata. Ed il suo nome, bellissimo, fu adottato sia da sante che da donne comuni.
Il Rosario al Sangue di Cristo, a lei ispirato, è ancora oggi utilizzato come rimedio per le cause più disperate.
La veggente Maria Valtorta ci narra che, anche dopo la sua conversione, persone lascive cercassero di oltraggiarla seguendola nel suo viaggio dietro a Gesù e la Chiesa; ma le false luci che lasciava erano ormai spente al confronto della Luce.
 
 
IL ROSARIO AL SANGUE DI CRISTO
 
In questo Rosario si prega il Padre, attraverso Maria Santissima, soprattutto per i Sacerdoti, i peccatori, i moribondi ed il Purgatorio (e poi per qualunque altra causa anche la più difficile).
Al posto del Padre Nostro si dice:” Eterno Padre, Eterno Amore vieni a noi col tuo amore e distruggi nel nostro cuore tutto ciò che ti dà dolore”
 
10 “ Gloria” al posto delle Ave Maria
poi
“Eterno Padre, Eterno Amore…”
e così di seguito fino a finire il rosario
 
BIBLIOGRAFIA:
 
“Il Poema dell’Uomo-Dio” di Maria Valtorta Edizioni Pisani o edito dal Centro Editoriale Valtortiano;
“Le rivelazioni di Caterina Emmerick” Edizioni Cantagalli,
“La passione del Signore”nelle visioni di Anna Katharina Emmerick Edizioni San Paolo (da questo libro è stato tratto il film di Mel Gibson);
Il Rosario al Sangue di Gesù è stato pubblicato dal Movimento delle Rondinelle
 
N.B.:Le falsità su Santa Maria Maddalena sono presenti ne ”Il codice da Vinci” di Dan Brown,
ma anche nelle teorie di molte sette esoteriche


Il riferimento al Rosario cristiano, come preghiera di guarigione, non ha niente di fazioso: in tutte le maggiori religioni ci sono preghiere forti e si praticano esorcismi
 

Chi è online

Abbiamo 8 visitatori e nessun utente online

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI

  • Omicidio Pasolini

    12 Gennaio 2011

    “L’altro è sempre infinitamente meno importante dell’io, ma sono gli altri che fanno la storia” P.P....