Le vite degli altriFilm capolavoro del 2006, scritto e diretto da Florian Haenckel von Donnersmarck.Ha ottenuto l’Oscar come Miglior film straniero e offre uno spaccato della vita nella Germania-est, ai tempi della dittatura della DDR.

Gli attori sono superlativi: Sebastian Koch e Martina Gedeck interpretano un regista-intellettuale ed un’attrice impegnata, che vivono “ai margini” del regime. Non vogliono attirare su di loro l’attenzione della STASI (Ministero per la Sicurezza dello Stato, organo di spionaggio interno) ma, soprattutto lui, vorrebbe far qualcosa per far sapere all’estero cosa accade nel suo paese.

Un altro personaggio importante è uno dei cattivi: il capitano Wiesler (Ulrich Muhe). L’uomo sta facendo molta carriera, e crede fermamente nelle finalità della dittatura. Il suo incarico più importante sarà appunto spiare, giorno e notte, il regista e l’attrice sua convivente.

Una delle più grandi qualità del film è descrivere un personaggio femminile diverso dal solito. Il regista von Donnersmark e l’attrice Gedeck riescono, infatti, a costruire una donna costretta dalla sua epoca ma, insieme al suo uomo, estremamente LIBERA.

La trama è sorprendente fino alla fine; non è il solito film storico di spionaggio. In ultimo, il confronto fra il “prima” con la DDR e il “dopo- dittatura” in Germania. 

Chi è online

Abbiamo 21 visitatori e nessun utente online

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI

  • L'Anima gemella di Dio

    04 Gennaio 2011

    Scrivendo questo articolo, mi sento come Galileo Galilei che deve dire una cosa VERA, in un mondo in...