E’ un artista di fama internazionale Giovanni Allevi, non il solito business-man della musica.
L’ho scoperto in TV quando ormai era già famoso, da un pezzo, soprattutto all’estero. Poi, un giorno, ero alla stazione di Milano ed ho acquistato un giornale con un CD: era “JOY” (2006).
Ed è il primo disco famoso di questo compositore di musica classica, rivisitata in chiave moderna.
Allevi è soprattutto un appassionato pianista; ma compone tutti i suoi brani ed è diventato direttore.
Quando ho ascoltato per la prima volta “JOY” devo ammettere che ho conosciuto cos’ è l’Armonia. Poi l’ho ascoltato in qualche intervista, ed allora ha superato se stesso, con la sua umiltà.
Ero in un periodo in cui stavo perdendo il senso della comunicazione, ed ero infastidita.
La mattina mi alzavo con un vuoto enorme, che il caos dei media generalmente non colmava…ma un giorno le melodie di Giovanni mi hanno ridato la bellezza in musica.
Vi consiglio il primo CD, ma anche “ALLEVI LIVE” (2007) in cui il musicista esegue, dal vivo, le musiche di “JOY” ed altre ancora con molta poesia.
Il tipo è allegro e s’intrattiene a scherzare col pubblico, fra un pezzo e l’altro.
Poi ho ascoltato volentieri “EVOLUTION” (2008). E’ un insieme di musiche eseguite con un orchestra: I Virtuosi Italiani. Giovanni dirige e suona il pianoforte. Ma anche i musicisti sono in sintonia con lui. 
Per essere direttore, infatti, è molto giovane: ha infatti solo 39 anni. Come concertista ha già girato molti paesi, da Oriente ad Occidente.
La musica strumentale, invero, è la <lingua più universale>.

Copyright © 2008-2017 - Il Raggio di Luce. Tutti i diritti riservati. Questo sito non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della Legge n° 62 del 7/03/2001.

______

Se qualcuno ritenesse che sia stato violato il copyright delle sue opere è pregato di segnalarlo.
Rimuoveremo immediatamente le foto in questione.

I MIEI SUGGERIMENTI